La comunità Capi è innanzi tutto una comunità di adulti, che si riconosce nelle scelte del Patto Associativo dell'A.G.E.S.C.I. - Associazione Guide e Scouts Cattilici Italiani.

Siamo persone che hanno scelto di prestare il loro servizio nell'educazione dei ragazzi in un ambiente caratterizzato dalla condivisione, dalla corresponsabilità e dalla solidarietà reciproca.

Nella Comunità Capi non esiste una gerachia, tutti i Capi hanno pari valore e dignità a prescindere dall'anzianità, sia di età che di servizio. Tuttavia rivolgendo un'azione educativa sui ragazzi (soci giovani), che le vengono affidati, è necessario acquisire le conoscenze necessarie. Proprio per questo l'Associazione mette a disposizione un percorso formativo che passa dalla scelta di fede e eservizio, alla formazione metodologica e alla conoscenza associativa.

La stessa Comunità Capi offre esperienze formative ed accompagna il nuovo Capo nel suo percorso di crescita e nel cammino spirituale di tutta la comunità.


La struttura di una Comunità Capi è la seguente:


CAPIGRUPPO

coordinano la vita della Comunità Capi ed hanno la rappresentanza legale del Gruppo; sono in due, un uomo e una donna, in base al principio della diarchia che caratterizza le strutture educative e associative dell'AGESCI.


CAPI UNITA'

sono responsabili, su mandato della Comunità Capi, della direzione educativa di una delle unità di cui è formato il Gruppo; sono affiancati da uno staff di numeroi variabile a secondo delle disponibilità. Questo incarico prevede il completamento del percorso formativo e la "nomina a capo"; tuttavia, qualora non sia possibile, è consentito (temporaneamente) incaricare chi deve ancora copletare l'iter formativo, limitatamente al rispetto delle disposizioni regolamentari dell'Associazione.


AIUTO CAPI UNITA'

sono tutti i Capi che, condivedendone la responsabilità educativa, collaborano con i Capi Unità costituendo, isnieme a questi ultimi, lo Staff di Branca.